In questo post del blog scrivo su 5 argomenti importanti sugli impianti mammari e in silicone. Divertiti a leggere!

#1 legame tra impianti in silicone e cancro al seno

Alla fine degli anni ’80, gli stati uniti hanno avuto una discussione sul legame tra impianti in silicone e cancro al seno.
La FDA (Food and Drug Administration) ha poi ritirato gli impianti in silicone dal mercato nel 1993 e sono stati utilizzati solo impianti salini. Innumerevoli studi seguirono, ma nessuno poteva dimostrare che gli impianti in silicone in realtà aumentarono il tasso di cancro al seno. Nel 2006 sono stati ufficialmente approvati di nuovo e da allora sono stati uno standard globale.

#2 screening del cancro al seno nonostante gli impianti in silicone?

Sì! Un radiologo esperto e competente non ha problemi a eseguire una mammografia significativa con impianti successivi. C’è anche la possibilità di mammografia 3D, che facilita ulteriormente lo screening carcinoma.
Una risonanza magnetica in combinazione con un’ecografia è anche uno strumento sicuro; possono anche essere evitate l’esposizione alle radiazioni non necessarie.

#3 Quando devo sostituire le protesi mammarie?

Più volte si sente o si legge che le protesi mammarie devono essere sostituite dopo 10 anni al più tardi. Dal momento che il guscio intorno agli impianti era più sottile e quindi vulnerabile, questo credo era valido anche fino a 10 anni fa.
Al giorno d’oggi, le protesi mammarie non devono più essere sostituite a meno che non leccano, causano dolore per i pazienti o complicazioni come la fibrosi della capsula.

#4 Posso volare o immergermi con le protesi mammarie?

Sì che puoi! I rapporti di pressione cambiano sia in altezza che in profondità. Questo porta alla formazione di vesciche nell’impianto mammario. Ma questo non è pericoloso. Gli impianti salini possono anche ridacchiare, quindi non aver paura.

#5 Può il fumo influenzare il mio processo di guarigione?

Il fumo porta alla chiusura dei vasi più piccoli che forniscono la pelle (capillari).
I capillari si trovano ai bordi della ferita e sono quindi responsabili della guarigione delle ferite. Se sono chiusi, la ferita è gravemente insanguinata e si verifica un disturbo di guarigione della ferita.
È sempre la prima sigaretta a scatenare questo circolo vizioso. Purtroppo, quindi, affermazioni come “Ho fumato solo una sigaretta sola!” non si applicano. Cercate di evitare di fumare intorno all’appuntamento chirurgico!

(c) istockphoto.com – YakubovAlim

 

Interessi, domande o suggerimenti?

Speriamo che vi sentiate ben informati dal nostro post sul blog. Se hai domande, puoi contattarci in qualsiasi momento al hallo@fuerimmerschoen.ch. Siamo lieti di consigliarvi su argomenti legati alla chirurgia plastica ed estetica.

Se siete interessati, troverete appuntamenti gratuiti per una consultazione nella nostra clinica di bellezza.